Come scegliere una caldaia a condensazione nel 2022

come scegliere caldaia a condensazione

In questa pagina ti elencheremo le linee guida su come scegliere una caldaia a condensazione nel 2022 per non commettere errori in fase di acquisto.

Scegliere la caldaia giusta è importante per evitare di commettere errori che potrebbero avere non solo un impatto economico ma anche di salute e benessere.

La scelta della caldaia deve tenere in considerazione tutta una serie di fattori che andremo ad elencare affinché tu possa procedere all’acquisto serenamente.

Caldaia a condensazione: vantaggi rispetto ad una caldaia a gas

Rispetto ad una tradizionale caldaia a gas, la caldaia a condensazione presenta numerosi vantaggi.

Il primo vantaggio è senza dubbio quello legato al risparmio energetico. Tramite la tecnologia a condensazione, questa tipologia di caldaia riesce a recuperare buona parte del calore dai fumi di combustione riuscendo a generare a parità di consumo di gas una maggiore quantità di energia termica.

Questo si traduce in un abbattimento del costo in bolletta di circa il 30% rispetto ad una tradizionale caldaia a gas. Se vuoi saperne di più su questo aspetto di invitiamo a leggere l’articolo sul funzionamento di una caldaia a condensazione.

Il secondo vantaggio è anch’esso sotto il profilo economico. Il costo di una caldaia a condensazione di classe A o superiore può essere abbattuto della metà od oltre grazie alle numerose agevolazioni fiscali.

Detrazioni come il Conto Termico, ad esempio, ti consentono di abbattere il costo del 65%.

Questo ti consente di effettuare la spesa ad un prezzo praticamente accessibile a tutti (circa 700 € a seconda del modello) e di rientrare molto velocemente dell’investimento grazie ai consumi più ridotti.

Un altro vantaggio è quello di godere dell’acqua calda sanitaria in poco tempo in quanto le caldaie a condensazione hanno al loro interno una scorta d’acqua già preriscaldata immediatamente pronta all’uso, riducendo lo spreco di acqua.

Caldaia a condensazione vs caldaia tradizionale
Vantaggi caldaia a condensazione rispetto alla caldaia tradizionale

Caldaie a condensazione: fattori da valutare

Analizziamo adesso i fattori da valutare per la scelta della migliore caldaia a condensazione del 2022.

1. Potenza della caldaia

Maggiore è la superficie da riscaldare e senza dubbio maggiore dovrà essere la potenza della caldaia da acquistare.

Il mercato offre caldaie dalla potenza anche molto diversa tra loro, per intenderci da 24 kW fino anche ad oltre 35 kW, per appunto poter far fronte alle varie casistiche.

Ma come fare a scegliere la potenza corretta della caldaia? Come prima cosa occorrerà individuare il fabbisogno di calore dell’abitazione, che cambia anche in funzione del grado di isolamento dell’edificio.

Il valore standard del fabbisogno di calore è di 0,04 kW/m3  ma in una casa di nuova costruzione e ben coibentata può scendere anche a 0,03 kW/m3 mentre in un immobile antico può addirittura salire a 0,05 kW/m3.

Dopodiché è possibile applicare la seguente formula per avere un’idea approssimativa della potenza che dovrà avere la tua caldaia a condensazione:

Potenza caldaia = volume abitazione x fabbisogno di calore

Esempio: per calcolare la potenza che deve avere una caldaia a condensazione per riscaldare un appartamento da 150 m2 e con pareti alte 2,70 metri, che gode di un grado di isolamento termico medio, applicheremo la seguente formula:

Potenza caldaia = (150 x 2,70) x 0,04 = 16,2 kW

Per un calcolo più realistico occorre obbligatoriamente far effettuare un sopralluogo ad un tecnico esperto in grado di valutare tutte le caratteristiche dell’edificio ed individuare con maggiore precisione la potenza necessaria.

2. Classe energetica

La classe energetica è quella metrica importantissima che riflette l’efficienza energetica della caldaia. È espressa in lettere che vanno dalla D, ossia la meno efficiente, alla A+++ che indica la più efficiente.

Più ci si avvicina alla classe A+++ e minore saranno i consumi in bolletta a parità di calore generato.

Lista classi energetiche
Lista classi energetiche

Naturalmente occorrerà sempre rapportare la spesa necessaria per l’acquisto di una caldaia con classe energetica molto alta con il reale risparmio energetico per comprendere dopo quanto tempo si riuscirà a rientrare dell’investimento.

Inutile, ad esempio, scegliere di acquistare una caldaia classe A+++ se il rientro dell’investimento rispetto ad una caldaia con classe A+ è previsto dopo 20 anni.

3. Qualità della caldaia

Una caldaia non è per sempre ma quasi. Per cui il nostro consiglio è quello di prestare molta attenzione sulla qualità e far convergere la tua scelta per quella con il rapporto qualità/prezzo migliore.

Evita di risaprmiare qualche centinaio di euro (che recupererai infretta) per una caldaia cinese che sarai obbligato a sostituire dopo qualche anno per il subentrare di malfunzionamenti e bassa efficienza.

Quando si tratta di generatori di calore, la spesa va affrontata una volta e bene. D’altronde oggi è davvero possibile acquistare ottime caldaie a prezzi davvero bassi grazie alle detrazioni fiscali, per cui davvero non vale la pena fare economia sulla qualità.

4. Collocamento della caldaia

Questa è una scelta importantissima: la caldaia dovrà essere collocata all’esterno o all’interno dell’edificio?

Una caldaia per esterno ha il vantaggio di non occupare spazio all’interno dell’edificio ma presenta un costo maggiore poiché necessita di una struttura più solida e di strati di isolante interno affinché possa resistere alle intemperie, agli sbalzi di temperatura giornalieri e disperdere meno calore possibile nell’ambiente.

Posizionare all’esterno una caldaia per interno significa esporla a dispersioni di corrente causate dall’umidità nonché ad una riduzione dell’efficienza per via della maggiore dispersione termica.

Caldaia a condensazione da interno
Caldaia a condensazione per interno della Bosh
Caldaia a condensazione da esterno
Caldaia a condensazione per esterno della Bosh

Ma se proprio non puoi sostenere il costo di una caldaia per esterno, maggiore di anche il doppio, quantomeno ti consigliamo di applicare i suggerimenti per proteggere la caldaia dal freddo.

Una caldaia da interno, invece, presenta molte meno accortezze riguardo l’isolamento per cui il suo costo è di gran lunga inferiore ed accessibile.

5. Spazio disponibile e quantità di acqua calda sanitaria da produrre

Se il tuo fabbisogno è di un quantitativo di acqua calda sanitaria elevato e disponi di uno spazio sufficientemente grande, la scelta può ricadere su una caldaia a condensazione a basamento.

Caldaia a condensazione a basamento
Caldaia a condensazione a basamento

Sono delle caldaie decisamente più alte delle tradizionali e sicuramente più ingombranti per via del capiente serbatoio di acqua calda sanitaria immediatamente pronta all’uso.

Alternativamente puoi procedere ad acquistare una classica caldaia murale, o, se lo spazio è un tuo punto di debolezza, per una caldaia a condensazione compatta.

Caldaia a condensazione murale
Caldaia a condensazione murale
caldaia condensazione compatta
Caldaia a condensazione compatta

6. Supporto per impianto solare termico

Se il tuo intento è integrare un impanto solare termico per abbattere ulteriormente di circa 40% i costi della bolletta, la tua scelta dovrà ricadere su una caldaia con supporto solare.

Il solare termico è l’impianto che utilizza l’energia del sole per la produzione di acqua calda sanitaria. In questo caso la caldaia verrà utilizzata solo per alimentare l’impianto di riscaldamento.

Naturalmente fungerà anche da generatore di calore ausiliare per quelle giornate di poco sole dove un impianto solare termico non riesce a produrre acqua calda alla temperatura desiderata.

7. Controllo smart

Oggi viviamo nell’epoca del comfort. Le moderne caldaie a condensazione sono dotate di tecnologie smart che consentono di essere controllate da remoto.

Tramite un modulo WiFi, la caldaia può connettersi alla rete di casa ed essere raggiunta dall’esterno mediante apposite APP mobile.

Da tali APP è possibile:

  • monitorare il consumo energetico;
  • modificare la temperatura di mandata per riscaldamento e acqua calda sanitaria;
  • accendere e spegnere la caldaia;
  • programmare un’accensione automatica.

La caldaia dotata di controller smart è l’ideale se desideri accendere i riscaldamenti mentre sei fuori casa e trovarla calda al tuo rientro.

8. Livello di modulazione

Sul mercato è possibile trovare caldaie con un livello di modulazione diverso. Solitamente si trovano caldaie con livello di modulazione 1 a 101 a 81 a 4 e così via.

Migliore è la caldaia e più alto è il livello di modulazione.

Caldaia a condensazione: quanto costa

Il costo di una caldaia a condensazione a gas metano o GPL per un’abitazione residenziale oscilla tra le 600 € e le 3.500 € in base a potenza, modello e marca.

Al costo va aggiunto quello di installazione che normalmente si aggira tra 500-900 euro.

Caldaie a condensazione: quale scegliere

Come già detto la scelta della caldaia a condensazione deve ricadere sulle migliori marche per effettuare un acquisto di qualità.

Alla luce della nostra esperienza, le migliori marche di caldaie a condensazione nel 2022 sono le seguenti:

Non staremo ad indicare i modelli in quanto cambiano in continuazione e potrebbero non adattarsi perfettamente al contesto di casa tua.

Ma avere già un’idea di quelle che sono le migliori marche per qualità del prodotto e qualità dell’assistenza ti aiuterà ad orientarti nella scelta della caldaia giusta per te.

Se sei residente in Sicilia e vuoi effettuare un acquisto consapevole senza sbagliare, contattaci per richiedere un sopralluogo gratuito e senza impegno.

Un nostro esperto impiantista verificherà di persona le caratteristiche del tuo edificio e del tuo impianto, ascolterà le tue esigenze e ti indicherà i modelli di caldaia che più fanno al caso tuo (e che potrai anche acquistare personalmente al miglior prezzo).

TI È PIACIUTO? CONDIVIDILO:

Facebook
WhatsApp
Telegram
Email

Approfondisci leggendo anche: