Funzionamento caldaia a condensazione

funzionamento caldaia a condensazione

Bensì esteticamente si presenta molto simile ad una normale caldaia a gas, il funzionamento di una caldaia a condensazione è però molto differente così come le componenti interne da cui è composta.

Leggendo questo articolo avrai un’idea più chiara di come funziona una caldaia a condensazione, le varie tipologie di caldaie a condensazione esistenti ed i vantaggi introdotti da questa tecnologia.

Cosa vuol dire caldaia a condensazione

Come nelle caldaie tradizionali, anche in quella a condensazione l’acqua viene scaldata tramite il calore generato dalla combustione del combustibile fossile, sia esso gas metano o GPL.

La caldaia a gas tradizionale, però, disperde gran parte dell’energia termica prodotta attraverso i fumi di scarico.

La caldaia a condensazione adotta una tecnologia che per mezzo di uno scambiatore di calore blocca la dispersione del calore sfruttando l’energia termica contenuta nei fumi di scarico, i quali prima di essere espulsi si trasformano in condensa dopo essere stati raffreddati.

Da qui il concetto di condensazione.

Come funziona una caldaia a condensazione

schema funzionamento caldaia a condensazione
Schema funzionamento caldaia a condensazione

Il funzionamento della caldaia a condensazione è composto dai seguenti quattro step:

  1. Il bruciatore impiegato per la combustione del combustibile fossile (il gas) genera calore che in parte rimane imprigionato nei fumi di scarico;
  2. Il vapore acqueo contenuto nei fumi, raffreddandosi, raggiunge il punto di rugiada portando i fumi alla condensazione, ossia innescando il cambiamento di stato da gas a liquido;
  3. L’energia latente, ossia l’energia termica recuperata, viene dunque trasmessa allo scambiatore di calore dove viene utilizzata per scaldare altra acqua di riscaldamento;
  4. Tramite il circolatore integrato nella caldaia, l’acqua calda viene trasmessa al sistema di riscaldamento per fornire il calore necessario all’edificio o per la produzione di acqua calda sanitaria.

Grazie a questa tecnica, la caldaia a condensazione ti permette di ottenere diversi vantaggi rispetto alla caldaia tradizionale:

  • Risparmio energetico fino al 30%, che può arrivare anche al 50% se integrata ad un impianto solare termico;
  • Taglio in bolletta fino al 30% dei costi;
  • Riduzione delle emissioni inquinanti.

Caratteristiche caldaia a condensazione

Le caratteristiche di una caldaia a condensazione sono molteplici, eccole riportate di seguito:

  • Adatta per il riscaldamento e la produzione di acqua calda sanitaria;
  • Può essere alimentata sia a gas che a gasolio;
  • Dispone della certificazione ErP;
  • È presente in classe A o superiore, ossia a basso consumo di energia;
  • Recupera l’energia termica contenuta nei fumi di scarico;
  • Riduce l’emissione di CO2 e quindi è meno inquinante rispetto ad una caldaia tradizionale;
  • Possiede un generatore ad alto rendimento (superiore al 98%);
  • Può usufruire di agevolazioni fiscali;
  • Il generatore di calore è abbastanza silenzioso;
  • Adotta una tecnologia innovativa.

Tipologie di caldaie a condensazione

Scegliere la caldaia giusta è fondamentale per ottenere il risparmio di denaro desiderato.

Il mercato ne offre di diverse tipologie, dimensioni e marche. In linea generale possiamo identificare tre tipologie di caldaie a condensazione:

  • Caldaie a condensazione murali;
  • Caldaie a condensazione a basamento;
  • Caldaie a condensazione compatte;
  • Caldaie a doppia condensazione.

Caldaie a condensazione murali

Caldaia a condensazione murale
Caldaia a condensazione murale

Grazie alle loro dimensioni compatte, le caldaie a condensazione murali sono quelle più comunemente installate nelle abitazioni private.

Esistono sia in versione da interno che da esterno e possono essere installate in un pensile della cucina o in un comodo armadietto di contenimento.

A loro volta le caldaie a condensazione murali si dividono in:

  • caldaie istantanee: producono acqua calda sanitaria non appena questa viene richiesta;
  • caldaie con accumulo interno: dotate di un serbatoio coibentato all’interno del quale l’acqua viene mantenuta alla temperatura desiderata per essere prelevata al bisogno.

Caldaie a condensazione a basamento

Caldaia a condensazione a basamento
Caldaia a condensazione a basamento

Rispetto a quelle murali, le caldaie a condensazione a basamento sono ideali per le abitazioni con ampia superficie o in cui vi sia una richiesta d’acqua molto importante.

Il termine “a basamento” significa che la caldaia andrà realizzata a terra, sul pavimento o comunque non a muro.

La caldaia a basamento, infatti, presenta dimensioni di gran lunga maggiori rispetto alle murali, in quanto dispone di un ampio bollitore integrato – che supera anche i 100 litri – in grado di produrre notevoli quantitativi di acqua calda.

Rispetto alle murali, le caldaie a basamento presentano due vantaggi fondamentali:

  1. Minore manutenzione: durano di più e sono progettate per funzionare sempre bene, senza presentare anomalie. 
  2. Ottenere un quantitativo d’acqua calda superiore alla media.

Essendo una caldaia più ingombrante, sarà fondamentale considerare in anticipo dove collocarla in fase di architettura della casa.

Caldaie a condensazione compatte

Caldaia a condensazione compatta
Caldaia a condensazione compatta

Le caldaie a condensazione compatte sono composte da un bollitore interno per l’impianto solare termico integrato.

I vantaggi di questa soluzione sono molteplici:

  • Risparmio anche fino al 40% rispetto a un impianto tradizionale a gas;
  • Maggiore versatilità anche in spazi ridotti;
  • Riduzione delle emissioni di CO2 fino al 40%;
  • Maggior comfort sanitario;
  • Introduzione di energie rinnovabili che permette in alcuni casi di ottenere una classe energetica migliore per l’edificio.

Caldaie a doppia condensazione

caldaia a doppia condensazione

Aziende come Cosmogas hanno introdotto sul mercato le caldaie a doppia condensazione, che oltre allo scambiatore primario possiedono uno scambiatore secondario.

Grazie ad un sistema che simula il KERS (sistema di recupero dell’energia cinetica nelle Formula 1), quando il rubinetto dell’acqua calda sanitaria viene chiuso il calore viene trasferito dallo scambiatore primario a quello secondario, che riscalda l’acqua calda al suo interno, la quale sarà disponibile in quantità per la successiva apertura del rubinetto.

Questa soluzione consente un risparmio fino al 40% grazie alla doppia condensazione, sia in riscaldamento che per la produzione di acqua calda sanitaria.

Caldaia a condensazione e termoregolazione

È possibile aumentare ancor più il risparmio energetico di una caldaia a condensazione adottando:

  • Controlli evoluti;
  • Sonde esterne;
  • Valvole termostatiche per i radiatori.

Grazie a queste componenti, una tradizionale caldaia a condensazione otterrà un miglioramento energetico passando da classe energetica A ad A+.

Controlli evoluti e sonde esterne servono per la creazione delle curve climatiche, grazie alle quali la temperatura di mandata della caldaia viene regolata automaticamente in funzione della richiesta.

Questo consente di aumentare il risparmio energetico e quindi l’efficienza della caldaia in sé.

Le valvole termostatiche, invece, consentono di regolare l’afflusso di acqua calda all’interno del singolo radiatore affinché si abbassi la temperatura di ritorno permettendo una migliore condensazione e dunque un maggior rendimento della caldaia.

Sul mercato esistono valvole termostatiche meccaniche e valvole termostatiche elettroniche regolabili anche da remoto con semplici smartphone.

Considerazioni finali

Se sei in procinto di sostituire la tua attuale caldaia a gas e non desideri effettuare lavori di ristrutturazione per installare un impianto alternativo come quello a pompa di calore, ti suggeriamo vivamente di acquistare una caldaia a condensazione.

Sfruttando le agevolazioni fiscali, la caldaia a condensazione ripagherà il suo ridicolo costo d’investimento in pochi anni grazie sia allo sconto in fattura che al risparmio sui consumi, ossia circa il 30% in meno sulla bolletta del gas.

Se il tuo intento è quello di ridurre i consumi, a parte la scelta del prodotto sappi che è molto importante scegliere il suo corretto dimensionamento.

La scelta migliore è senza dubbio quella di farsi consigliare da un impiantista esperto e qualificato che a seguito di un sopralluogo gratuito e senza impegno potrà indicarti la soluzione più adatta a te in funzione delle dimensioni della tua abitazione, del grado di isolamento termico dell’edificio e del numero di persone che compongono il tuo nucleo familiare.

Noi di Innovasol effettuiamo sopralluoghi gratuiti in tutta la Sicilia e senza alcun impegno economico. Contattaci subito se hai dubbi o domande o se vuoi fissare un appuntamento. Se hai già le idee chiare. richiedici pure un preventivo gratuito.

TI È PIACIUTO? CONDIVIDILO:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email

Approfondisci leggendo anche: