Come proteggere la caldaia esterna dal freddo

Come proteggere la caldaia esterna dal freddo

Se stai cercando una guida che ti spieghi come proteggere la caldaia esterna dal freddo, abbiamo una buona notizia per te: l’hai trovata.

Temperature esterne molto rigide, infatti, nella migliore delle ipotesi portano al blocco della caldaia. Nella peggiore delle ipotesi portano al congelamento dell’acqua all’interno delle tubature con conseguente rottura di contatori e giunture.

Ma adesso vediamo quali accorgimenti è possibile applicare per proteggere la caldaia dal freddo.

Proteggere la caldaia esterna dal freddo con l’isolamento termico

Per proteggere la caldaia esterna dal freddo ma anche dalle intemperie come pioggia, neve e grandine è molto consigliato coprirla con un box copricaldaia coibentato.

Trattasi di box copricaldaia leggermente più costosi dei classici in alluminio (circa 80-130 €) ma che donano una maggiore protezione oltre a limitare drasticamente la dispersione termica, con un vantaggio pure sotto il profilo dei consumi energetici.

Box copricaldaia coibentato
Box copricaldaia coibentato

Per quanto concerne l’isolamento termico dei tubi di una caldaia a gas o di una caldaia a condensazione, in vendita esistono dei kit per tubi di 3 metri pensati per prevenire il congelamento e la formazione di condensa.

Proteggere la caldaia esterna dal freddo col metodo fai da te

Se non vuoi acquistare un box caldaia e desideri crearne uno con il buon vecchio metodo del fai da te, ecco alcuni consigli.

La coibentazione deve essere effettuata su tutti i lati del box, sportello compreso. Come materiali isolanti puoi utilizzare polistirolo o poliuretano espanso, facilmente reperibili in tutti i negozi del settore edile.

Alternativamente puoi acquistare un box caldaia a basso costo su cui applicare dei pannelli isolanti dall’interno con della colla a caldo. Per un isolamento efficace, lo spessore dei pannelli deve essere di almeno 2 cm.

Pannelli isolanti in polistirene da 3 cm
Pannelli isolanti in polistirene da 3 cm

Per isolare i tubi puoi utilizzare materiali isolanti e ignifughi come lana di roccia o lana di vetro, avvolgendoli con del nastro adesivo. Evita di usare di stracci e coperte in quanto, una volta bagnati per via della condensa o di perdite, renderebbero ancora più esposta al gelo la tubazione.

Blocco della caldaia: come prevenirlo e cosa non fare

Ecco alcuni validi consigli per scongiurare che la caldaia vada in blocco nuovamente:

  • Lasciare la caldaia attiva tutto il giorno: oltre a migliorare il consumo energetico, consente di mantenere i tubi caldi e al riparo da congelamenti;
  • Effettuare una o due manutenzioni annuali;
  • Munirsi delle protezioni anti-gelo come ad esempio immettere del glicole nell’impianto di riscaldamento.

Se la tua caldaia è attualmente in stato di blocco, ecco cosa devi assolutamente non fare:

  • Coprire i tubi dell’impianto;
  • Sparare aria calda sui tubi;
  • Staccare i termosifoni;
  • Staccare la corrente elettrica.

Un ultimo consiglio è quello di non porre all’esterno una caldaia progettata per l’interno. Una caldaia per esterno, infatti, è dotata di un rivestimento termico integrativo che la protegge dalle intemperie, limita di molto il problema del congelamento e riduce al massimo la dispersione termica, motivo anche del suo maggiore costo.

TI È PIACIUTO? CONDIVIDILO:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email

Approfondisci leggendo anche: