Pressione Caldaia: come aumentarla o abbassarla

pressione caldaia

La pressione caldaia è uno dei parametri più importanti e da tenere costantemente monitorato per la sicurezza dell’impianto. Un valore troppo alto o troppo basso compromette il corretto funzionamento del riscaldamento, fino anche alla solidità delle tubature.

Sapere come regolare la pressione della caldaia è pertanto di vitale importanza.

La pressione dell’acqua ideale della caldaia è quella compresa tra 1,2 e 1,8 bar. In questa guida ti spiegheremo come aumentarla o come abbassarla qualora la pressione rilevata dal manometro fuoriuscisse da tali valori.

Come abbassare la pressione della caldaia

Per abbassare la pressione della caldaia occorre agire sulla valvola di sfogo dei termosifoni e fare fuoriuscire dell’acqua dall’impianto di riscaldamento.

Quindi ti basterà eseguire lo sfiato dei termosifoni rimuovendo una o due tazzine di acqua per volta fintanto che la pressione non si assesterà nuovamente sui 1,5-1,6 bar.

Alternativamente puoi fare uscire dell’acqua dal rubinetto di scarico acqua se la tua caldaia ne è provvista.

Come aumentare la pressione della caldaia

Per aumentare la pressione della caldaia occorre aprire in senso antiorario il rubinetto di mandata – detto anche rubinetto di carico – posto sotto la caldaia. Nelle caldaie nuove si tratta di una manopola blu ma è possibile trovarla anche nera o rossa.

Una volta aperto sentirai la caldaia azionarsi e la pressione aumentare velocemente, per cui fissa bene il manometro e chiudi il rubinetto una volta raggiunta la pressione di circa 1,5-1,6 bar.

Se la pressione dovesse superare i 3 bar, si azionerà automaticamente una valvola di sicurezza che farà fuoriuscire l’acqua in eccesso.

TI È PIACIUTO? CONDIVIDILO:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email

Approfondisci leggendo anche: