Integrazione solare termico e caldaia a gas: vantaggi e svantaggi

integrazione solare termico e caldaia a gas

Integrare solare termico e caldaia a gas non solo è possibile ma contribuirebbe di molto ad abbattere i costi per la produzione di acqua calda sanitaria.

Da non confondere però con l’acqua presente all’interno degli impianti di riscaldamento. L’acqua calda sanitaria, infatti, è quella destinata all’igiene personale.

Sebbene l’integrazione del solare termico sia più performante se abbinato ad una pompa di calore, diverse sono le famiglie che, soprattutto per ragioni economiche, decidono di abbinarlo ad una caldaia a gas come la caldaia a condensazione.

In questa guida vedremo vantaggi e svantaggi di questa soluzione.

Solare termico e caldaia a gas: funzionamento

Il principio di funzionamento su cui si basa l’integrazione del solare termico con caldaia a gas è quello della termoregolazione.

Altro non è che un componente elettronico in grado di gestire il funzionamento combinato tra caldaia e collettori solari, decidendo se a scaldare l’acqua deve essere il solare termico o se deve intervenire la caldaia in quanto l’acqua non ha raggiunto la temperatura desiderata.

Grazie alla termoregolazione, la caldaia interviene solo quando necessario riducendo il consumo di GAS e aumentando il risparmio in bolletta.

Schema solare termico e caldaia a gas
Schema solare termico e caldaia a gas

In un normale serbatoio di accumulo, l’acqua calda viene fornita mediante uno scambiatore di calore. Sostanzialmente l’acqua fredda dell’impianto idraulico entra in una serpentina posta incima al serbatoio e prima di essere inviata ai rubinetti viene riscaldata dall’acqua calda circostante.

Abbinando il solare termico alla caldaia viene implementata una seconda serpentina in fondo al serbatoio dove l’acqua calda proveniente dai collettori solari può essere impiegata per riscaldare l’acqua che si trova nella parte inferiore del serbatoio stesso.

Solare termico e caldaia a gas: vantaggi e svantaggi

I vantaggi di abbinare solare termico e caldaia a gas sono:

  • Grande risparmio sui costi di produzione di acqua calda sanitaria;
  • Riduzione dell’emissione di GAS inquinanti;
  • Possibilità di usufruire dei pannelli solari anche per il riscaldamento in caso di sostituzione dell’attuale impianto con uno che richiede basse temperature di mandata;
  • Costo di investimento basso;
  • Rapido ritorno dell’investimento.

Gli svantaggi sono:

  • Spazio richiesto sul tetto per la collocazione dei pannelli solari termici;
  • Installazione di tubature esterne in caso di assenza di predisposizioni al solare termico.

Solare termico e caldaia a gas: conviene?

La convenienza di questo abbinamento può essere facilmente dimostrata. A tal proposito riprendiamo una simulazione condotta da QualeEnergia dalla quale è possibile intuire anche dopo quanto tempo è possibile rientrare dell’investimento.

Ipotizziamo che il costo sostenuto per l’acquisto e la posa in opera di un impianto a collettori solari da 4 mq sia di 3.200 €, ridotto poi a 1.120 € per via delle numerose detrazioni fiscali del solare termico.

Ipotizziamo inoltre che lo stesso impianto venga installato a Milano, Roma e Palermo, producendo rispettivamente 2055 kWh/anno, 2625 kWh/anno e 2879 kWh/anno.

Fissiamo il costo del GAS a 0,84 €/m3 in Lombardia, 0,93 €/m3 nel Lazio e 0,95 €/m3 in Sicilia, tutti prezzi reali registrati da diversi gestori.

Valutando un consumo compreso tra i 200 e i 700 m3/anno di GAS, il risparmio in bolletta dovuto all’abbinamento del solare termico sarebbe di 270 € a Milano, 381 € a Roma e 439 € a Palermo.

Integrazione solare termico e caldaia a gas: risparmio in bolletta
Integrazione solare termico e caldaia a gas: risparmio in bolletta

Stando al risparmio, il rientro dell’investimento è stimato in 4,1 anni a Milano, in 2,9 anni a Roma e in appena 2,6 anni a Palermo.

Considerato che un impianto solare termico di buona qualità ha una vita utile di circa 20 anni, la convenienza esiste ed è tangibile.

TI È PIACIUTO? CONDIVIDILO:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email

Approfondisci leggendo anche: