VMC decentralizzata: guida completa

vmc-decentralizzata

Per VMC decentralizzata, detta anche VMC puntuale, si intende una tipologia di impianto a ventilazione meccanica controllata indipendente per ogni stanza dell’abitazione.

Quando una macchina VMC viene utilizzata per due o più stanze, si parla già di VMC centralizzata.

In questo articolo approfondiremo il funzionamento di un impianto VMC di questo tipo, analizzandone caratteristiche, costi e principali sistemi.

VMC centralizzata o decentralizzata

Se ti stai chiedendo se installare una VMC centralizzata o una VMC decentralizzata, la risposta dipende molto dal tipo di intervento edilizio che sei disposto ad affrontare.

Una VMC centralizzata, sebbene più efficiente sotto alcuni punti di vista di una decentralizzata, fa uso di tubature e condotti che richiedono opere murarie invasive.

Solitamente viene installata in edifici in fase di ristrutturazione dove è possibile realizzare dei controsoffitti in cartongesso grazie ai quali nascondere i condotti fissati sulla parte alta delle pareti. Infine in ogni stanza vengono collocate delle bocchette mediante le quali viene aspirata l’aria esausta ed immessa l’aria pulita.

Canalizzazioni VMC centralizzata
Canalizzazioni VMC centralizzata

In un’abitazione già abitata o in case di nuova costruzione, si tende ad installare una VMC decentralizzata in quanto le opere murarie sono quasi del tutto simili a quelle necessarie per l’installazione di un classico climatizzatore.

La VMC decentralizzata, infatti, viene installata in una parete collegata con l’esterno della casa (quella perimetrale) e dalla quale è possibile attingere ad una fonte di energia elettrica. Su tale parete viene praticato un foro delle dimensioni necessarie per aspirare l’aria dall’esterno e per espellere quella prelevata dall’interno.

Quindi la VMC decentralizzata ha il vantaggio di essere meno invasiva dal punto di vista dell’installazione e più economica dal punto di vista del costo totale rispetto ad una VMC centralizzata.

Di contro è necessario disporre di una macchina VMC per ogni stanza dell’edificio anziché un unico centro di comando.

VMC decentralizzata
VMC decentralizzata

VMC decentralizzata: com’è fatta

Una VMC puntuale presenta solitamente una forma cilindrica che si sviluppa in profondità affinché sia possibile passare da una parte all’altra della parete perimetrale.

È composta da:

  • Uno scambiatore di calore;
  • Uno o più motori DC, o EC brushless, a basso consumo energetico;
  • Tubo telescopico, disponibile in diverse dimensioni; le più comuni sono quelli con diametro da 100, 125 e 160 mm fino anche a 200 mm;
  • Ventilatore assiale (opzionale);
  • Filtri per la purificiazione dell’aria;
  • Tecnologie e sensori in dotazione;
  • Griglia esterna;
  • Cover interna.
Componenti di una VMC decentralizzata
Componenti di una VMC decentralizzata. Credits: lamiacasaelettrica.com

Sul mercato esistono sostanzialmente due tipologie di VMC decentralizzate: quelle a singolo flusso alternato con recupero di calore e quelle a doppio flusso.

In realtà è possibile trovare anche VMC senza recupero di calore (equivalenti a dei semplici aspiratori d’aria) che però sconsigliamo vivamente per via del loro grande impatto sui consumi di riscaldamento.

VMC decentralizzata a singolo flusso alternato con recupero di calore

Il funzionamento di una VMC decentralizzata a singolo flusso alternato con recupero di calore è il seguente:

  1. L’aria viziata viene aspirata dall’interno della stanza;
  2. Da tale aria viene sottratta la sua energia termica e trattenuta;
  3. L’aria viziata viene espulsa;
  4. Dopo circa un minuto viene aspirata l’aria dall’esterno;
  5. Per mezzo di uno scambiatore di calore, l’aria viene riscaldata con l’energia termica precedentemente trattenuta;
  6. Dopodiché l’aria viene purificata con i filtri e le eventuali tecnologie in dotazione;
  7. A questo punto l’aria viene immessa all’interno della stanza.

Una VMC mono flusso ha il vantaggio di essere compatta e di richiedere un solo foro ma il suo più grande svantaggio è quello di non riuscire da sola a riciclare tutta l’aria della stanza.

Per sopperire a tutto ciò e garantire un ricircolo d’aria efficace, è consigliato installare due VMC mono flusso a cicli alternati.

Sebbene questo sia fattibile, i costi raddoppiano per ogni singola stanza, oltre ad una meno efficienza dello scambiatore di calore.

VMC decentralizzata a doppio flusso

A differenza di una mono flusso, una VMC decentralizzata a doppio flusso possiede due condotti separati, uno dedicato all’estrazione dell’aria viziata dall’interno e l’altro all’immissione dell’aria pulita dall’esterno.

Grazie a doppi condotti il riciclo dell’aria è continuo e garantito e lo scambiatore di calore è strutturato in modo che i due flussi non vengano mai a contatto.

Una macchina VMC decentralizzata a doppio flusso, sebbene un po’ più costosa di una mono flusso, garantisce un risparmio energetico superiore per via del maggiore rendimento dello scambiatore di calore, un riciclo d’aria costante ed un’unica installazione.

Diverse sono le soluzioni a doppio flusso offerte sul mercato tra cui la VMC decentralizzata Mitsubishi, modello Lossnay VL ES.

https://www.youtube.com/watch?v=L7MfozKSs6E&ab_channel=MitsubishiElectricClimatizzazione

VMC decentralizzata: vantaggi

I vantaggi di una VMC decentralizzata rispetto ad una soluzione centralizzata sono senza dubbio i seguenti:

  • Dimensioni compatte;
  • Facile installazione;
  • Facile manutenzione;
  • Costo ridotto.

I vantaggi comuni alla VMC centralizzata sono:

  • Risparmio sui costi di riscaldamento grazie allo scambiatore di calore;
  • Aria pulita e filtrata senza ricorrere all’areazione mediante l’apertura di porte e finestre;
  • Scongiurare il formarsi di muffe in abitazioni altamente coibentate;
  • Aria libera da umidità, CO2 e agenti inquinanti se la macchina VMC è dotata di queste apposite tecnolgie.

VMC decentralizzata con deumidificatore

Una VMC puntuale può essere utilizzata anche per rendere l’aria priva di umidità. Questo avviene grazie ad un deumidificatore che filtra l’umidità dall’aria in ingresso e la espelle sottoforma di condensa.

Diverse sono le VMC con deumidificatore presenti sul mercato, una delle più ricercate è la VMC decentralizzata Zehnder. Un modello particolarmente apprezzato è la ComfoSpot 50 che grazie ad uno scambiatore entalpico unico, rimuove l’umidità ma previene la formazione di condensa sulla facciata dell’edificio.

VMC decentralizzata: prezzo

Il costo di un impianto VMC dipende al solito da più di un fattore. Per quanto concerne una VMC decentralizzata, i fattori da prendere in considerazione durante la scelta del macchinario sono:

  • Numero di stanze;
  • Portata in metri cubi;
  • Qualità dei filtri;
  • Efficienza dello scambiatore di calore;
  • Consumi elettrici;
  • Rumorosità;
  • Eventuali sensori e accessori.

Per via di tutta questa serie di fattori che rendono un impianto VMC decentralizzato molto diverso di caso in caso, non è possibile dare un’indicazione di costo reale. È pertanto necessario un sopralluogo da parte di un tecnico in grado di prendere le misurazioni del caso, abbozzare un progetto e quindi sviluppare un preventivo su misura.

Ad ogni modo per voler dare un’indicazione, il prezzo di una VMC puntuale a doppio flusso può variare da 200 € fino anche a 900 € per macchine più sofisticate come quelle della Helty.

Se sei residente in Sicilia e sei interessato all’installazione di un impianto VMC, richiedi un sopralluogo con preventivo gratuito e senza impegno di alcun tipo.

TI È PIACIUTO? CONDIVIDILO:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email

Approfondisci leggendo anche: