Pulizia fotovoltaico: come farla e ogni quanto

Come pulire i pannelli fotovoltaici

Se sei atterrato su questo articolo è perché ti starai chiedendo come pulire i pannelli solari del tuo impianto fotovoltaico.

Continuando a leggere imparerai alcune dritte su come fare e ogni quanto effettuare una pulizia generale per mantenere il tuo impianto sempre al top!

Pulizia fotovoltaico: perché farla?

La corretta pulizia dei pannelli fotovoltaici garantisce un miglior rendimento nel tempo ed una maggiore longevità dell’impianto.

Bisogna infatti considerare che a causa di:

  • Sabbia vulcanica;
  • Escrementi di uccelli;
  • Residui organici;
  • Polvere;
  • Pioggia sporca;
  • Smog;
  • Fumi;
  • Pollini;

ed altri possibili materiali che vanno a depositarsi sulla superficie dei pannelli, l’impianto col tempo inizia a produrre meno in quanto viene limitata l’esposizione ai raggi solari.

Moduli puliti, infatti, riescono a catturare una maggior quantità di energia solare. Ecco perché è importante assicurarsi che la superficie dei pannelli sia sempre libera da sporco e depositi.

Pulizia fotovoltaico: ogni quanto farla?

Non esiste una regola. In linea di massima basta effettuare una pulizia generale una volta l’anno.

Naturalmente è consigliato effettuarla tempestivamente al verificarsi di eventi straordinari. Ad esempio gli abitanti alle pendici dell’Etna sono più esposti alla sabbia vulcanica durante il periodo delle eruzioni. A loro è consigliato effettuare una pulizia dei pannelli non appena si placa l’evento.

La frequenza di pulizia di un impianto fotovoltaico può aumentare anche a seconda della collocazione dello stesso.

Ad esempio è possibile effettuare da due a tre operazioni di pulizia l’anno per impianti posizionati nei pressi di una zona industriale, del mare, di un camino o in una zona ventosa.

Pulizia fotovoltaico: il momento migliore per farla?

Ti consigliamo di effettuare le operazioni di pulizia nei periodi lontani dalle pioggie.

Inoltre è vivamente consigliato procedere alla pulizia nei giorni non troppo caldi, possibilmente alle prime ore del mattino quando il pannello è ancora freddo.

Pulizia fotovoltaico: come farla?

Veniamo al nocciolo dell’articolo: come pulire un impianto fotovoltaico. Sostanzialmente esitono due modi per farlo:

  1. Fai da te, prestando molta cura ed attenzione a non rovinare il pannello;
  2. Affidarsi a professionisti.

Analizziamo velocemente entrambi gli approcci.

Pulizia pannelli fotovoltaici fai da te

Sebbene la corretta pulizia di un pannello solare è da demandare a personale qualificato, vi sono degli interventi che è possibile effettuare fai da te.

In commercio si trovano infatti dei kit per la pulizia di un impianto fotovoltaico composti sostanzialmente dai seguenti componenti:

  • Asta telescopica: la stessa utilizzata per la pulizia dei vetri degli edifici; 
  • Adattatore angolare e tubo flessibile: utile per raggiungere tutte le parti del pannello, anche quelle più difficili; 
  • Spazzole idriche: sono delle speciali spazzole che permettono di sciacquare con grande facilità lo sporco depositato sulla superficie del pannello. Ve ne sono di diverse tipologie e qualità; 
  • Detergente per fotovoltaico: si tratta di un detergente delicato e biodegradabile. Molto consigliato è l’utilizzo di un detergente antistatico per pannelli solari, in grado di lasciare sulla superficie una sorta di pellicola protettiva in grado di favorire lo scivolamento dello sporco al fine di evitarne l’accumulo. In alternativa è possibile utilizzare del detersivo per piatti o qualsiasi altro agente pulente delicato.

Qualora non riuscissi a trovare il kit, potrai procedere all’acquisto separato dei componenti che si trovano presso un qualsiasi brico center o su Amazon.

Per evitare di lasciare residui ti consigliamo di utilizzare acqua demineralizzata, la stessa che utilizzi per il ferro da stiro a vapore.

Costo kit pulizia fotovoltaico

Mediamente il costo di un kit professionale si aggira intorno ai 400 euro. Se si vuole risparmiare è possibile acquistare i singoli componenti a parte senza però risparmiare sulla qualità delle spazzole.

Procedimento di pulizia

Il procedimento di pulizia è molto semplice:

  1. Diluire il detersivo all’interno dell’acqua demineralizzata;
  2. Procedere con la pulizia del pannello utilizzando le apposite spazzole o un panno morbido;
  3. Risciacquare adeguatamente (e abbondandemente se si utilizza un detergente non specifico) il pannello con acqua demineralizzata tiepida.

Ripetere il procedimento per tutti i pannelli dell’impianto.

Ditte pulizia pannelli fotovoltaici

Raggiungere il tetto può risultare difficile e pericoloso. Per questo ti sconsigliamo di rivolgerti a professionisti che utilizzano attrezzature in grado di raggiungere diverse altezze e dotati di strumenti professionali a spazzole rotanti che non rovinano i pannelli.

Il costo della pulizia varia a seconda dell’azienda, dell’installazione, della grandezza dell’impianto e della quantità della sporcizia presente.

Se sei residente in Sicilia contattaci pure e ti consiglieremo noi.

TI È PIACIUTO? CONDIVIDILO:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email

Approfondisci leggendo anche: